martedì 12 febbraio 2008

Lo strano mercato dei blog rotondellesi

All'inizio c'era quasi il monopolio paesano, nonostante ci trovassimo in presenza della libertà di ingresso nel mercato, caratteristica fondamentale della concorrenza perfetta.
A seguito dell'ingresso di altri soggetti, che si sono a loro volta duplicati, ci siamo trovati in presenza di un mercato di concorrenza imperfetta: possibilità di ingresso, vincolata all'alfabetizzazione informatica, e differenziazione dei prodotti, accompagnata dalla necessità di ricorrere a piccole strategie promozionali.
In questa situazione, durata fino a qualche settimana fa, avremmo dovuto ricorrere ad una logica oligopolistica, ispirata alla teoria dei giochi e al famoso equilibrio di John Nash: avremmo dovuto cioè avere un comportamento collaborativo invece che conflittuale!
C'è chi va e c'è chi viene, ma c'è anche chi si nasconde dietro a un dito e chi impedisce, magari in amicizia, agli altri di comparire...Ovviamente ognuno è libero di gestire i propri spazi come meglio crede, ma avrei piacere se cercassimo assieme di discutere in tranquillità di questo strano fenomeno rotondellese, contaminato da futili antipatie e riserve personali che non ci portano da nessuna parte, legate oltretutto in prevalenza a libere manifestazioni di pensiero.
Gianluca Bruno

12 commenti:

Anonimo ha detto...

Gianlù, quello della Sinistra giovanile, l'ho chiuso io personalmente perchè è inutile tenere un blog riguardante una cosa che ormai non c'è quasi più.
Magari ne aprirò un altro su un'altra tematica oppure riguardante il PD locale.
ti saluto.
Domenico Lacopo

Gianluca Bruno ha detto...

Caro Domenico, sono molto contento che presto tornerai ad offrire il tuo contributo alla comunità virtuale...In attesa, ti ringrazio, a presto, Gianluca

pinosuriano ha detto...

Ciao Gianlù... Condivido in linea generale... ma non capisco l'interesse a proporre un rpoblema che non ha ragione di esistere...
Anzi, proprio sul piano della concretezza: Non è che rischiamo di creare un problema che non c'è???
La rete è libera perchè è bella... Chi c'è c'è.... chi non c'è non c'è.... Non evdo neppure questo bisogno di collaborare... SPeigami meglio....

Gianluca Bruno ha detto...

Ciao Pino, non capisco perchè prima dici di condividere il problema in linee generali, e poi di non capire l'interesse che mi spinge ad incentrare una discussione sullo stesso. Vabbè...
Ad ogni modo, quando parlo di "collaborazione" indendo dire che non bisogna avere paura degli altri; che ognuno di noi è libero di pensare e di esprimere liberamente il proprio pensiero; che invece di criticare impropriamente gli altri si potrebbe cercare di migliorare se stessi; che il confronto è una bella cosa; che quella dello scambio dei link è una logica implicita nei blog...e chi più ne ha più ne metta!
Ovviamente, e questo l'ho specificato anche nel post, ognuno è libero di gestire come meglio crede i propri spazi, nel rispetto degli altri; ma credo che ognuno dovrebbe cercare di interagire con gli altri, nel blog come per strada, in maniera serena, collaborativa, senza paura... Insomma, il mio è un messaggio di natura educativa, rivolto ai blogger ma non circoscritto all'ambito della rete! E' bello che gli altri esistano. E' bello che gli altri possano pensarla diversamente. E' bello che la rete offra la possibilità di confrontarsi in maniera molto più veloce e interattiva rispetto al passato! A presto, Gianluca

Gianluca Bruno ha detto...

Perchè è difficile capire che le persone poco propense a dialogare in un blog, ad accettare gli altri nei propri spazi virtuali, sono probabilmente le stesse che hanno difficoltà a dialogare e ad accettare gli altri per strada, nelle assemblee pubbliche, nei bar?
Qualcuno potrebbe chiedermi: in tutto questo qual è il tuo problema? A questi, caro cugin Pino, risponderei che il problema, per quanto da me sentito, non è certamente mio! A presto, Gianluca

Gianluca Bruno ha detto...

Cosa significa essere liberi di gestire i propri spazi? Perchè una persona dovrebbe essere libera o meno di drogarsi? E perchè chi di dovere (Stato e società civile) dovrebbe cercare di impedirlo? Semplicemente perchè la droga rende meno liberi! Inoltre la droga ha dei costi, sociali ed economici, anche per il resto della popolazione.
Perchè proprio ieri è stato arrestato un giovane che gestiva un blog in cui era stata creta una black list con i nomi dei docenti ebrei da raggiungere e uccidere? Perchè il blogger non ha potuto gestire liberamente il suo spazio?
Ovviamente non sto paragonando i due fenomeni... voglio solo dire, tornando a noi, che certi atteggiamenti e comportamenti possono ulteriormente minare la coesione sociale di una comunità mancata! Allora è necessario un meccanismo sanzionatorio, fosse anche una semplice e solitaria disapprovazione...

Anonimo ha detto...

sono d'accordo con gianluca, se ci sono questi spazi di discussione teniamoceli e mettiamo da parte i capricci.

Anonimo ha detto...

Caro Pino che differenza c'è tra un ragazzino che non apprezza l'importanza di un'assemblea d'istututo e una persona che non apprezza l'importanza del dialogo e del confronto fuori dalla scuola?

Maurizio Bolognetti ha detto...

Caro Gianluca, segnalo questo mio intervento sulla 194/78.

http://www.lucania.ilcannocchiale.it/post/1800804.html

Ciao M.

Anonimo ha detto...

il fregio fiat punto è nelle mie mani...se lo rivuoi fammi trovare 14,90 euro in via toti 16 cas post.nuovo rosa!

Giovanni ha detto...

Nel segnalare e invitare aderenti e simpatizzanti all'inaugurazione del circolo PD di Rotondella, per il giorno 22 MARZO 2008 ore 17.30,
si segnala anche l'inaugurazione del nuovo portale web del partito.

E' gradita la partecipazione sul forum di discussione.

www.rotondellapd.netsons.org

Anonimo ha detto...

NUCLEARE, IL SINDACO DI NOVA SIRI SCRIVE A NIGRO

21/04/2008 15.10.12
[Scorie nucleari a Scanzano]


Il sindaco di Nova Siri, Giuseppe Santarcangelo, ha inviato una lettera al presidente della Provincia di Matera, Carmine Nigro con la quale chiede di convocare a breve un incontro con i rappresentanti dei territori maggiormente interessati dalla legge con la quale vengono ripartiti i contributi a favore dei siti ospitanti centrali ed impianti del ciclo del combustibile nucleare – tra cui il Comune di Rotondella e la Provincia di Matera.
“Esistono nel territorio di Nova Siri – scrive il sindaco - alcune emergenze ambientali, prima fra tutte la bonifica della parte finale del Torrente Toccacelo – in cui da anni sversa il depuratore di Nova Siri Marina (attualmente in fase di adeguamento strutturale con fondi rivenienti a un accordo di programma con il Ministero dell’Ambiente). Il mio Comune per la estrema vicinanza con il Centro ENEA patisce da anni disagi e penalizzazioni anche in termini di fruizione turistica. Vi è necessità di accelerare l’iter di utilizzazione dei fondi, stante il termine fissato dalla delibera Cipe e la necessità di dare risposte urgenti a tutela dell’ambiente e dell’immagine turistica dei territori interessati. I bilanci comunali – con le note pastoie del patto di stabilità – non permettono movimenti ed azioni efficaci a tal fine”.
Petrocelli ha quindi chiesto chiesto un incontro per discutere di queste tematiche.

Da Basilicatanet.

Non solo ci rubano gli abitanti, rubano per modo di dire(sono loro che vogliono lasciare Rotondella) ora vogliono anche dei soldi...
Che schifo, quando l'enea fa comodo tutti vogliono qualcosa perchè l'enea è di tutti; quando non conviene come durante le giornate di Scanzano, l'Enea è di Rotondella.